Previsioni meteo Località
Ponte di Legno
GIOVEDÌ Molto nuvoloso o coperto
Temp 3.8°
Umiditá 96 %
VENERDÌ Coperto con debole pioggia mista a neve
Temp 2.9°
Umiditá 93 %
SABATO Molto nuvoloso o coperto
Temp 4.2°
Umiditá 96 %
DOMENICA Nubi sparse e schiarite
Temp 10.5°
Umiditá 57 %
LUNEDÌ Nubi sparse e schiarite
Temp 7.9°
Umiditá 93 %
MARTEDÌ Sereno con innocue velature
Temp 6.9°
Umiditá 63 %
MERCOLEDÌ Nuvoloso con locali aperture
Temp 5.8°
Umiditá 97 %
Tutte le webcam

P2 Pezzo - Case di Viso

Proprio sul confine trai due grandi parchi della valle si snoda questa passeggiata, di medio impegno, che combina gli splendidi esempi architettura alpina (Pirli-Viso) con le affascinanti apparizioni della flora e della fauna (soprattutto caprioli cervi camosci e aquile), di un ambiente protetto. In particolare è possibile soffermarsi a osservare alcune specie nel nuovo parco faunistico quasi all'inizio del percorso. Non mancano bei panorami e la “chicca” finale del grazioso laghetto di Viso. Il percorso ad anello consente di variare il ritorno.

Segnaletica:
del parco faunistico, segnavia bianco e azzurro n°2, in parte segnavia bianco e rosso n°62
Difficoltà:
media
Dislivello:
350 metri
Durata:
circa 2 ore
Periodo consigliato:
maggio - ottobre, spettacolare dopo la metà ottobre
Condividi sui social

Lasciata la macchina nei parcheggi all'inizio del paese (1550m) si continua sulla strada asfaltata che  costeggia a monte il paese seguendo la segnaletica per Viso. Dopo circa 200 m dall'ultima casa del paese, sulla sinistra della strada, s’incontra l'imbocco di un sentiero non ben segnalato (attualmente vi è un  vecchio cartello del CAI che indica il  collegamento al sentiero n° 62; in un futuro prossimo il percorso verrà segnalato con i cartelli del parco faunistico). Si sale il ripido inizio, osservando dal basso il recinto del parco faunistico. Poco prima di Pirli (1711m - 35 minuti), vi è la possibilità di deviare sulla sinistra per imboccare uno sterrato che consente di osservare, da monte da appositi “belvedere”, la fauna del parco faunistico. Arrivati al termine del parco, nello splendido belvedere che offre una vista su tutta la valle di Pezzo, purtroppo non è più possibile procedere oltre, si devono quindi ripercorrere i propri passi sino a Pirli. Quest’ultima è una minuscola frazione alpestre, di squisita fattura, su un bel terrazzo panoramico e le sue graziose casette, dalla tipica architettura, meritano un'accurata visita. Attraversato il villaggio, si prosegue, entrando più decisamente in Val di Viso, scendendo dapprima fino ai bordi della carrozzabile asfaltata, mentendosi però sulla sterrata che rimonta parallelamente la valle in direzione “Ca dei Brac - Lago di Viso” (segnaletica bianco-azzurra del sentiero n° 2 e bianco-rossa del sentiero n° 62), tra prati e lariceti dal dorato manto autunnale. Quasi in piano si passa poi sopra l'alpeggio di Case di Viso, autentico gioiello architettonico della Valcamonica, che si visiterà meglio al ritorno, con magnifica vista sulle cime sovrastanti (Albiolo, Montozzo, Ercavallo).

Con un ultimo breve tratto ripido ci si affaccia alle rive del tondeggiante Laghetto di Viso (1862 m a meno di un'ora da Pirli) dal cupo fascino misterioso. Ci si sposta ora sull'altro versante vallivo traversando un piccolo ponte e portandosi sull'attrezzata area di sosta e parcheggio “Prà del Rum” e alla carrozzabile sterrata che sale da Viso. Con la polverosa stradina si cala a Viso (1753 m) e dopo una piacevolissima passeggiata tra le sue pittoresche case, poco prima del ponte sull'Arcanello, si abbandona la strada principale spostandosi sulla secondaria che discende a sinistra sul versante vallivo opposto a quello di andata. Con questa, tra cespuglieti di rododendro e ontano di monte, si scende per poco più di un chilometro sino ad incontrare un’altra mulattiera segnalata che esce a destra, riattraversa il torrente e riporta a Pezzo (complessivamente ore 3/3,30 senza soste e visite). Una volta a Pezzo basta attraversare il paese per giungere nuovamente all’automobile.