https://shop.pontedilegnotonale.com/#/?tab=experience

Previsioni meteo Località
Ponte di Legno
GIOVEDÌ Sereno con innocue velature
Temp 10°
Umiditá 36 %
VENERDÌ Sereno con innocue velature
Temp 10°
Umiditá 36 %
SABATO Poco nuvoloso con sviluppo di nubi cumuliformi
Temp 4.8°
Umiditá 19 %
DOMENICA Sereno
Temp 4.6°
Umiditá 26 %
LUNEDÌ Sereno
Temp 9.1°
Umiditá 26 %
MARTEDÌ Sereno con innocue velature
Temp 16.1°
Umiditá 14 %
MERCOLEDÌ Sereno
Temp 12.7°
Umiditá 28 %

FREE SKI

Voglia di una vacanza davvero "free" con soggiorno e skipass incluso? Ecco la proposta che fa per te, 7 notti in hotel o in appartamento + 6 giorni di skipass Superskirama. N.B. Il prezzo indicato si riferisce ad hotel*** in mezza pensione a Ponte di Legno o al Passo Tonale.

Clicca qui e prenota ora la tua vacanza.

SKIPASS & SCUOLA SCI

Il comprensorio Pontedilegno-Tonale è la palestra ideale per l’insegnamento dello sci. Goditi una settimana bianca tutto compreso! Il prezzo include 7 notti in hotel o appartamento + skipass Adamello Ski da 6 giorni + scuola sci (a scelta tra corso collettivo/ski safari/lezioni individuali). N.B. Il prezzo indicato si riferisce ad hotel*** in mezza pensione a Ponte di Legno o al Passo Tonale.

Clicca qui e prenota ora la tua vacanza.

SPRING SPECIAL

Una settimana di sci con il sole della primavera ed il vantaggio di una vacanza tutto compreso! Cogli al volo questa proposta. Il prezzo include 7 notti in hotel o in appartamento + 6 giorni di skipass Superskirama. N.B. Il prezzo indicato si riferisce ad hotel*** in mezza pensione a Ponte di Legno o al Passo Tonale.

Clicca qui e prenota ora la tua vacanza.

Tutte le webcam

Itinerari storici

Sulle montagne dell’Adamello – Brenta molti sentieri conducono alla scoperta dei luoghi simbolo della Guerra Bianca: forti, trincee e camminamenti. Di seguito un elenco di otto itinerari attraverso le rovine della Prima Guerra Mondiale.

  1. 1.       Dal Forte Strino al monte Tonale orientale

Luogo di partenza: Forte Strino (1.538 m slm)

Luogo di arrivo: Monte Tonale Orientale (2.696 m slm)

Dislivello: 1.158 m

Tempo di percorrenza: 4h 20’

Difficoltà: E (escursionistico)

Segnaletica: segnalato quasi per intero (segnaletica locale, Sentiero SAT n. 160, n. 137 e n. 137A)

Note: Itinerario non difficile ma lungo; può comunque essere abbreviato arrivando solo fino al Forte Zacarana o al villaggio militare chiamato “Città morta”. Si sviluppa in gran parte sul versante orografico destro della Val di Strino e sul crinale di spartiacque tra questa e la Val Vermiglio.

Periodo consigliato: da giugno a ottobre.

 

  1. 2.       Dal Forte Strino al Torrione d’Albiòlo

Luogo di partenza: Forte Strino (1.538 m slm) Luogo di arrivo: Torrione d’Albiòlo (2.969 m slm)

Dislivello: 1.431 m

Tempo di percorrenza: 3h 50’

Difficoltà: E (escursionistico); ultimo tratto EE (escursionisti esperti)

Segnaletica: segnalato (segnaletica locale, sentiero SAT n. 137 e n. 137/B)

Note: itinerario lungo che può essere abbreviato arrivando solo fino a Malga Strino (riducendosi in questo caso a una comoda passeggiata) o fino al villaggio militare ai piedi del Torrione d’Albiòlo; l’ultimissimo tratto che porta alla vetta del Torrione d’Albiòlo è consigliato ai soli escursionisti esperti. Si sviluppa in gran parte sul versante orografico destro della Val di Strino.

Periodo consigliato: da giugno a ottobre.

 

  1. 3.       Dall’Ospizio San Bartolomeo al Forte Zacarana

Luogo di partenza: Ospizio San Bartolomeo al Passo del Tonale (1.971 m slm)

Luogo di arrivo: Forte Zacarana (2.096 m slm)     

Dislivello: 125 m

Tempo di percorrenza: 2h

Difficoltà: T (turistico)

Segnaletica: Segnalato (segnaletica locale e Sentiero SAT n.160)

Note: itinerario facile e adatto a tutti. Si sviluppa sul versante orografico sinistro della sella del Tonale, in gran parte attraverso i pascoli alle pendici del Monte Tonale Orientale e della Cima Biólca.

Periodo consigliato: da maggio a ottobre.

 

  1. 4.       Dall’ospizio San Bartolomeo al Torrione D’Albiòlo

Luogo di partenza: Ospizio San Bartolomeo al Passo del Tonale (1.971 m slm)

Luogo di arrivo: Torrione d’Albiòlo (2.969 m slm)

Dislivello: 998 m

Tempo di percorrenza: 4h 40’

Difficoltà: E (escursionistico fino al Monte Tonale Orientale (ore 2,00); dal Monte Tonale Orientale al Torrione d’Albiòlo EE (escursionisti esperti)

Segnaletica: segnalato (segnaletica locale, Sentiero SAT n. 161, “Sentiero degli austriaci”)

Note: itinerario lungo e impegnativo; può essere abbreviato arrivando solo fino al Monte Tonale Orientale, riducendo di molto in questo caso difficoltà e tempi; dal Monte Tonale Orientale fino al Torrione d’Albiòlo il percorso è consigliato ai soli escursionisti esperti. Nella parte iniziale risale il versante sinistro della sella del Tonale, proseguendo poi con tratti attrezzati lungo la cresta rocciosa di spartiacque fra la Valbiòlo e la Val di Strino.

Periodo consigliato: da giugno a settembre.

 

  1. 5.       Da Velon al Passo Cercen

Luogo di partenza: S.P. 94 di Stavel, bivio per il Rifugio Denza (1.320 m slm)

Luogo di arrivo: Passo Cercen (3.022 m slm)

Dislivello: 1.702 m

Tempo di percorrenza: 5h 30’

Difficoltà: E (escursionistico) fino alla Vedretta Presanella (4h30’); dalla Vedretta Presanella al Passo Cercen EE (escursionisti esperti)

Segnaletica: segnalato (sentiero SAT n. 233, sentiero SAT n. 206)

Note: itinerario impegnativo, soprattutto a causa della lunghezza; può essere abbreviato arrivando solo fino al Rifugio Denza, riducendo di molto in questo caso difficoltà e tempi; al Rifugio o al bivacco adiacente è possibile pernottare e proseguire il giorno successivo. Nell’ultimo tratto, dalla Vedretta Presanella al Passo Cercen, il percorso si svolge sul ghiacciaio con difficoltà di carattere più ambientale che alpinistico ed è perciò consigliato ai soli escursionisti esperti. L’itinerario risale l’intera Val Stavel fino al Passo Cercen, valico di comunicazione con la Val Genova.

Periodo consigliato: da luglio a settembre.

 

  1. 6.       Da Velon all’Alpe Presena

Luogo di partenza: S.P. 94 di Stavel, bivio per Forte Velon (1.400 m slm)

Luogo di arrivo: Alpe Presena (1.820 m slm)

Dislivello: 420 m

Tempo di percorrenza: 2h 30’

Difficoltà: T (turistico)

Segnaletica: parzialmente segnalato (Sentiero SAT n. 268) Note: Itinerario facile e adatto a tutti. Si snoda in gran parte in boschi di conifere e in un ambiente ricco di acque tra Velon e le pendici nord-est della Conca di Presena.

Periodo consigliato: da maggio a ottobre.

 

  1. 7.       Dal Passo del Tonale al Passo Paradiso

Luogo di partenza: S.S. 42 del Tonale, bivio della strada per l’Alveo Presena (1.820 m slm)

Luogo di arrivo: Passo Paradiso (2.573 m slm)

Dislivello: 753 m

Tempo di percorrenza: 3h

Difficoltà: E (escursionistico)

Segnaletica: segnalato (segnaletica locale e sentiero SAT n. 281)

Note: itinerario adatto a tutti e senza particolari difficoltà, rispettando le consuete norme di prudenza da osservare in alta quota. Dopo aver aggirato il costone terminale nord-orientale della catena dei Monticelli risale l’alta Val Presena fino al Passo Paradiso.

Periodo consigliato: da giugno a settembre.

 

  1. 8.       Dal Passo Paradiso al Corno di Lagoscuro

Luogo di partenza: Passo Paradiso (2.573 m slm)

Luogo di arrivo: Corno di Lagoscuro (3.166 m slm)

Dislivello: 593 m

Tempo di percorrenza: 5h 10’ (tempo totale di percorrenza, in quanto il ritorno avviene su un percorso completamente diverso rispetto all’andata)

Difficoltà: E (escursionistico fino al Passo del Castellaccio (ore 1h 30’); dal Passo del Castellaccio fino al Bivacco Amici della Montagna e da qui nel tratto di ritorno in discesa fino alla Vedretta Occidentale di Presena EEA = Escursionisti Esperti con Attrezzatura

Segnaletica: segnalato (Sentiero CAI n. 44 e segnaletica locale)

Note: itinerario impegnativo, particolarmente nel tratto che va dal Passo del Castellaccio fino al Bivacco Amici della Montagna e poi nel tratto in discesa fino ai margini superiori della Vedretta Occidentale di Presena. Trattandosi di un percorso che si sviluppa in gran parte sopra i 3000 m di quota con punti esposti e lunghi tratti attrezzati tipo via ferrata, richiede buona preparazione fisica, dimestichezza con le tecniche alpinistiche di base e l’uso di attrezzatura specifica (almeno imbragatura, cordino e moschettoni). Per gli inesperti, il ricorso a una guida alpina è la soluzione più saggia. Nella sua parte più interessante e difficoltosa l’itinerario si sviluppa lungo la cresta rocciosa che chiude a occidente la Conca di Presena.

Periodo consigliato: da luglio a settembre.